Chiulo

Sono state 2 settimane intense, non solo per il lavoro e la quantità di cose da fare, ma anche per il caldo (40° all’ombra) e per una spalla malmessa, che però non mi ha impedito di godere delle magnifiche albe e tramonti sul cielo angolano, e di visitare la “Casa de Espera”, orgoglio del CUAMM e della comunità di Chiulo.

Le giornate a Chiulo sono state veloci e lente allo stesso tempo. Il caldo di Ottobre rallenta le funzioni vitali, ci si muove con cautela, e serve tanta acqua… che hanno in pochi e che manca nel sottosuolo, specie se non piove da 6 mesi. Ogni mattina uscivo e percorrevo la strada asfaltata allontanandomi dalla Missione, dopo 2 minuti la gola era già secca ed il caldo notevole; nella direzione opposta decine di persone con carriole e taniche vuote per raggiungere gli unici pozzi della zona, scavati dietro la chiesa.

Le ore del giorno sono anche le uniche di luce, lì dove non c’è corrente elettrica; l’assenza di elettricità pubblica impone all’ospedale l’uso di generatori a combustibile, che erogano anche ad alcune case e agli uffici-container come il nostro: alle 22, quando vengono spenti, niente computer, niente caricabatterie, niente ventilatore, niente luce per leggere, e si va a nanna presto… ma altrettanto presto ci si sveglia, col sole già alto alle 7 del mattino, quando per la stessa strada asfaltata (l’unica strada) c’è già vita intorno al “piccolo market”, ogni giorno improvvisato di fronte all’ospedale.

Lo scorso Ottobre 2016 ho avuto il piacere di tornare una seconda volta a Chiulo (la prima volta a Marzo) per supervisionare il progetto ed aiutarli a fare qualche passetto in avanti.

L’ospedale di Chiulo (Hospital da Missão Católica do Chiulo) della Diocesi di Ondjiva, è gestito dalla Direzione Provinciale della salute (DPS) ed è supportato da 15 anni dal CUAMM. Lo scorso Marzo 2016, nell’ambito del progetto materno-infantile “Prima le mamme e i bambini” (i dettagli qui) abbiamo effettuato un sopralluogo per valutare la computerizzazione del magazzino farmaci e della cartella clinica.

dsc03217

Ingresso ospedale

In quella prima missione, in realtà, si è riusciti a fare anche di più che un semplice sopralluogo:

  • Valutazione e Inventario del magazzino (in termini di quantità e procedure)
  • Analisi del flusso paziente (generale, partorienti, emergenze, salute pubblica)
  • Valutazione del livello tecnologico e umano (competenze)
  • Revisione del database farmaci (uno spreadsheet Excel)
  • Manutenzione PC del magazzino e rete guesthouse
  • Corso di informatica di base (preparazione materiale didattico)
  • Corso all’uso del software (per il personale CUAMM)

La priorità è stata data alla gestione del farmaco, dalla sua entrata nel magazzino al suo utilizzo nei reparti. La valutazione ha messo anche in luce alcune carenze nella gestione già in essere, come la mancanza di alcune procedure e la sovrapposizione di alcuni ruoli che, di fatto, impedivano un tracciamento rigoroso dei movimenti e di conseguenza difficile la previsione dei consumi e dei farmaci in scadenza.

Quindi, in accordo con la direzione dell’ospedale, si è deciso di compiere immeditamente i primi passi e, in pochi giorni, abbiamo preparato il materiale per un corso di informatica di base per lo staff coinvolto (2 persone) ed ottenuto la collaborazione di un’impiegata della scuola infermieri per l’erogazione delle lezioni.

Lo staff ha accolto con entusiasmo il cambiamento e la novità del corso. Così è stato possibile realizzare una installazione minima, utilizzando il già presente PC del magazzino ed una versione in Portoghese di OpenHospital, opportunamente pre-caricata con la lista dei farmaci rivista. Il corso è iniziato il giorno della mia partenza, con l’accordo che, una volta completato, il personale CUAMM avrebbe introdotto lo staff all’utilizzo del nuovo sistema.

Ottobre 2016

A distanza di 6 mesi dalla prima missione tutto è andato come da programma. Con l’incessante lavoro del PM P.Berra e del personale CUAMM che si è avvicendato nel tempo, ora l’ospedale di Chiulo dispone di un programma per la gestione di magazzino, col quale registrare carichi e scarichi di farmaci e consumabili, con relativa evidenza delle scadenze.

Durante la seconda missione di Ottobre abbiamo quindi provato a fare ulteriori passi in avanti:

  • Riorganizzazione del flusso del farmaco
  • Miglioramento delle procedure di carico e scarico
  • Inventario Fisico a mezzo computer

Così come rilevato già nella prima missione, le procedure di approvigionamento del farmaco e di tracciamento dei movimenti presentavano carenze in rigorosità e sicurezza. Il primo passo è stato centralizzare la distribuzione, in modo da avere un punto unico smistamento verso i reparti (prima affidati in parte al magazzino centrale, in parte alla farmacia esterna); un secondo step è stato quello di adottare documenti ufficiali per ogni tipo di movimentazione (richiesta ordinaria, richiesta straordinaria e note di ingresso) secondo il principio che ogni movimento di magazzino dev’essere formalmente preparato, autorizzato ed erogato secondo una gerarchia di ruoli ben precisa.

Tutto il management ha partecipato attivamente alla stesura delle nuove procedure, definendo ruoli, permessi e calendari per le richieste/consegne. Il nuovo flusso ha richiesto anche il training di altre 2 persone che hanno così rinforzato le risorse dedicate alla gestione del magazzino ed il relativo data-entry nel sistema. Per l’occasione è stata allestita nella scuola infermieri un’aula training con 2 portatili donati dall’Italia ed uno recuperato in loco.

dsc03346

Erogazione corso di Informatica di base

Questa volta ho avuto il piacere (e l’onore) di tenere le prime 3 lezioni del corso di Informatica di base, opportunamente supportato dal personale CUAMM come interprete e che ha anche avanzato suggerimenti migliorativi del software portando così ad una sua nuova versione “poh-win32-chiulo-0.0.4-core-1.8.1_release1_update1”. Non ultima, è stata rivista la procedura per l’inventario fisico del magazzino e per il salvataggio dei dati: OpenHospital permette in ogni momento di stampare lo stock dei farmaci (in quantità e valore) e di effettuare un backup del database in modo semplice e senza particolari conoscenze informatiche (facile come copiare una cartella).

Sono state 2 settimane intense, non solo per il lavoro e la quantità di cose da fare, ma anche per il caldo (40° all’ombra) e per una spalla malmessa, che però non mi ha impedito di godere delle magnifiche albe e tramonti sul cielo angolano, e di visitare la “Casa de Espera”, orgoglio del CUAMM e della comunità di Chiulo.

Prossime missioni

Nell’ospedale di Chiulo lavorano 5 dottori, 75 infermieri e 85 altri operatori per un totale di 210 posti letto. Ogni giorno si affrontano difficoltà logistiche e sanitarie endemiche e di emergenza. La regione è chiaramente “piegata” dalla siccità fuori dalle stagioni delle piogge, che diventano sempre più brevi e meno piovose. Assicurare la presenza di un farmaco ed evitare gli sprechi diventa così ancora più cruciale.

Tante cose potranno essere fatte nelle future missioni, dall’ulteriore miglioramento della gestione del farmaco attraverso la definizione e l’uso di livelli critici, alla registrazione delle anagrafiche; dal monitoraggio delle patologie e relatve terapie, alla gestione delle entrate/uscite finanziarie.

dsc03361

“piccolo market” fuori dall’ospedale

DSC03350.JPG

Tramonto a Chiulo

dsc03423

Germana, la responsabile della Casa d’Espera, con alcune mamme


Per contribuire o per approfondimenti su questo e altri progetti di ISF:

btn_donateCC_LG

5xmille_codicefiscaleISF-300x113

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Angola, CUAMM, ISF, OpenHospital. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...